INTERVISTA A… MARIO DE CARO
30 maggio 2016
0

Mario De Caro è Professore associato di Filosofia morale all’Università Roma Tre. Dal 2000 insegna regolarmente anche alla Tufts University (Massachusetts), dove è Visiting Professor. È Associate editor del Journal of the American Philosophical Association (Cambridge University Press). È stato presidente della Società Italiana di Filosofia Analitica (SIFA). Ha insegnato “Etica della comunicazione” presso Scienze delle Comunicazioni all’Università Roma Tre.

Abbiamo cominciato l’intervista chiedendogli:

Qual’è la sua impressione del panorama informativo italiano?

Bisogna distinguere. Il panorama dei media più autorevoli, quello dei quotidiani tradizionali, è molto decaduto, per una serie di ragioni che hanno a che fare. Sostanzialmente non esistono più editori puri; la collusione tra politica, potere economico e giornalismo, è più stretta. C’è una caratteristica tipica dei giornali italiani che non c’è nelle altre nazioni avanzate: cioè, non esistono giornali di fascia alta e di fascia bassa. Gli stessi giornali coprono dalla politica internazionale al gossip, con risultati francamente imbarazzanti se si comparano i migliori giornali italiani con le analoghe pubblicazioni inglesi, francesi, tedesche. o anche spagnole: Le Monde, El Pais, The Guardian o The Indipendent, New York Times sono molto migliori dei giornali italiani…

Il resto dell’intervista è nel video

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi