INTERVISTA A… ENRICO MENDUNI
9 ottobre 2016
0

Nel quadro delle nostre interviste a persone della società civile che impiegano abitualmente informazioni e notizie, abbiamo incontrato il professor Enrico Menduni.

Enrico Menduni, saggista e giornalista, è professore ordinario presso l’Università Roma Tre – DAMS. Insegna “Cultura e formati della televisione e della radio”; “Storia e critica della fotografia”; “Media digitali: televisione, video, internet”. Ha insegnato in vari atenei, fra cui l’Università di Siena, l’Università di Roma “La Sapienza”, l’Università per stranieri di Perugia e la IULM di Milano. Ha tenuto lezioni e conferenze in università europee, americane e australiane. E’ stato membro del Consiglio di Amministrazione ella RAI.

Abbiamo iniziato l’intervista chiedendogli la sua opinione sullo stato dell’Informazione in Italia. Ci ha risposto:

 

Lo stato dell’Informazione in Italia è pessimo perché l’Informazione non si è ancora resa conto che, quello che prima era soggetto all’autorità dei giornalisti, adesso è disponibile a tutti. Per tutto il corso del Novecento i giornalisti hanno mediato le esigenze di informazione, agendo da filtro (gatekeeper) decidendo quali erano le notizie che dovevano andare e quali no: e, poi, facendo anche i loro commenti. Adesso, per avere le notizie, non c’è più bisogno dei giornalisti perché ci sono una serie di risorse che consentono di avere le notizie gratuitamente e ci sono tutta una serie di persone o gruppi che si improvvisano giornalisti. Abbiamo, quindi, un’Informazione con una mediazione non obbligatoria” (guarda l’intervista integrale)

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi