L’UNICA STAMPA AMICA
28 settembre 2016
0

L’episodio dei giornalisti strattonati e malmenati al seguito di Virginia Raggi,  nella manifestazione a Palermo del Movimento 5 Stelle, è sintomatico di un rapporto di odio/amore tra politici (tutti) e la stampa (gran parte). Vi sottolineiamo alcuni passaggi dell’articolo di Luca Sappino nelle pagine del sito espresso.repubblica.it il 26 settembre

 

Beppe Grillo negli anni ha cavalcato spesso la non ottima reputazione della stampa, abituando i suoi lettori (e poi i suoi elettori) a settimanali pubbliche gogne: il giornalista del giorno è stata a lungo un’immancabile rubrica del blog. Non devono così stupire più di tanto le immagini dei giornalisti insultati e spintonati alla festa del Movimento 5 stelle, a Palermo, colpevoli di seguire Virginia Raggi, negli ormai tipici (e francamente poco utili, sì) 0102capannelli

 

Grillo, insomma, disse Santoro, dovrebbe smettere di maltrattare i giornalisti, di prenderli così spesso di mira. Anche perché – tra un certa eccessiva vicinanza al potere e un possibile servilismo – vero impedimento alla qualità dell’informazione è più il precariato, si dovrebbe ricordare.

 

0103Perché alla fine, in tempi di social network, l’unica stampa amica è quella fai da te.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi